Tutti vogliono Banca Carige! Ecco cosa spinge gli acquisti

di , pubblicato il

carige 2In una seduta caratterizzata dalla presenza di numerosi segno rossi, Banca Carige, andando in decisa controtendenza, sta mettendo in cassaforte il 3,92%. A spingere il titolo della quotata ligure sono alcune indiscrezioni secondo cui Investindustrial di Andrea Bonomi si sarebbe fatta avanti con la Fondazione Carige (azionista di riferimento con il 43,4% del capitale dell’istituto) per rilevare il 25% dell’istituto. Bonomi avrebbe messo sul piatto ben 500 milioni di euro, subordinando però un suo intervento solo a precise condizioni sull’indipendenza della banca dai soci. Bonomi, inoltre, avrebbe chiesto garanzie anche sul raggiungimento di una sua posizione di maggioranza all’interno del cda. 

 

Banca Carige Andrea Bonomi: una strada in salita?

La Fondazione, per ora, non avrebbe risposto all’offerta del numero uno di Investindustrial anche se, voci di corridoio, parlano di un intervento di Bonomi che sarebbe visto come eccessivo da parte della Fondazione Carige che, come noto, punta a mantenere un ruolo nella banca anche all’indomani dell’aumento di capitale da 800 milioni di euro.

Intanto domani Banca Carige toglierà il velo dai conti relativi al primo trimestre 2014.

Argomenti: ,