Trimestrale TerniEnergia: spunta una grave perdita, titolo crolla in Borsa

Variazione negativa per i ricavi e per l'Ebitda di TerniEnergia nei primi nove mesi del 2017

di , pubblicato il
Variazione negativa per i ricavi e per l'Ebitda di TerniEnergia nei primi nove mesi del 2017

Trimestrale con molti punti oscuri per TerniEnergia. La quotata ha mandato in archivio i primi nove mesi dell’esercizio 2017 con una contrattazione dei ricavi e dell’Ebitda. A preoccupare è soprattutto l’emergere di una vistosa perdita. Ma andiamo con ordine. I ricavi di TerniEnergia sono stati pari  50,5 milioni di euro, in calo del 17,7% rispetto ai 61,4 milioni di un anno fa.

La società ha imputato la forte contrazione, “al sostanziale blocco dell’attività core di EPC fotovoltaico”. Variazione negativa anche per l’Ebitda che si è attestato a 7,3 milioni, ben il 33,3% in meno su base annua mentre l’Ebitda Margin è stato pari al 14,51%. Come abbiamo messo in evidenza nella premessa, TerniEnergia ha chiuso i primi nove mesi dell’anno una perdita di 8,1 milioni, dato che si confronta con il risultato netto di 0,4 milioni al 30 settembre 2016.

I conti dei primi nove mesi dell’esercizio 2017 di TerniEnergia sono stati accolti in modo molto freddo dall’amministratore delegato della quotata Stefano Neri. Il manager ha afferrmato: “Riteniamo questi risultati inaccettabili per gli azionisti di TerniEnergia. È ferma intenzione del management di accelerare nell’attuazione di misure molto forti, nella fase di transizione verso il riposizionamento strategico e dopo questo trimestre di sostanziale blocco delle attività, per recuperare competitività e imprimere una svolta all’andamento del gruppo”.

Immediati i contraccolpi sul titolo TerniEnergia che a Piazza Affari sta segnando un calo del 4% circa.

Argomenti: ,