Trimestrale Terna: utile +24,6%, ricavi +8,8%

Trimestrale positiva grazie agli incrementi tariffari per il trasporto di energia. Sale l'indebitamento per lo sviluppo di nuovi investimenti

di Carlo Robino, pubblicato il

Terna presenta una trimestrale decisamente positiva. I primi tre mesi dell’anno sono stati archiviati con ricavi Terna in crescita dell’8,8% su base annuale a 470 milioni di euro, grazie agli incrementi tariffari per il trasporto di energia nella Rete di Trasmissione Nazionale. Questo ha consentito di migliorare l’ Ebitda Terna che, rispetto al primo trimestre 2012, è cresciuto del 12,1% da 340 milioni a 381 milioni di euro con un Ebitda margin pari a 81,1%. Su queste basi l’utile Terna ha subito un deciso rialzo (+26,4%) a 142 milioni di euro rispetto ai 114 milioni di euro conseguiti nell’analogo periodo dell’anno precedente. Al 31 marzo 2013 l’ indebitamento finanziario netto Terna si attestava a 5.924 milioni di euro, in aumento di 69 milioni rispetto alla fine del 2012 a seguito di nuovi investimenti per 206 milioni di euro. Nella nota di presentazione dei risultati l’ad Terna Flavio Cattaneo ha espresso soddisfazione per l’avvio del 2013 ribadendo le sfide che impegnano il gruppo elettrico: l’integrazione europea e lo sviluppo di investimenti infrastrutturali sul suolo italiano.

Argomenti: Borsa Milano, Terna