Trimestrale Snam, utile -11,7% e ricavi stabili

La società distributrice di gas naturale paga il calo della domanda e l'incremento degli oneri finanziari. Il quadro non dovrebbe migliorare nel prosieguo dell'esercizio

di , pubblicato il

Snam ha da poco pubblicato i risultati conseguiti nel primo trimestre del 2013. I risultati conseguiti nel primo quarto dell’anno scontano una riduzione della domanda di gas naturale in Italia (-4,8%) e un incremento del 47% degli oneri finanziari a causa soprattutto del maggiore costo del debito affrontato per la sua uscita dal perimetro Eni.

Trimestrale Snam Rete Gas

Ricavi Snam Rete Gas – I ricavi totali conseguiti nel primo trimestre 2013, pari a 957 milioni di euro, si riducono di 12 milioni di euro (-1,2%) rispetto al primo trimestre 2012.

Al netto degli effetti dell’IFRIC 12, i ricavi totali ammontano a 896 milioni di euro, in linea con il primo trimestre dell’anno precedente (897 milioni di euro), e riguardano attività regolate (883 milioni di euro) e attività non regolate (13 milioni di euro; +18,2%). I ricavi da attività regolate si riferiscono ai settori di attività trasporto (505 milioni di euro; – 4,0%), distribuzione (248 milioni di euro; +3,8%), stoccaggio (124 milioni di euro; +7,8%) e rigassificazione di gas naturale (6 milioni di euro). La riduzione registrata dal settore trasporto (-21 milioni di euro) è dovuta alle cessioni di gas naturale effettuate ai fini del bilanciamento del sistema gas (12 milioni di euro nel primo trimestre 2013 rispetto ai 43 milioni di euro del primo trimestre 2012) . Al netto di tale effetto, i ricavi regolati di trasporto aumentano di 10 milioni di euro, pari al 2,1%, rispetto al primo trimestre 2012.

EBIT Snam Rete Gas – L’utile operativo del primo trimestre 2013 ammonta a 531 milioni di euro, in riduzione di 7 milioni di euro (-1,3%) rispetto al primo trimestre 2012. I maggiori ricavi da attività regolate registrati in tutti i principali settori di attività (+22 milioni di euro, al netto delle componenti che trovano contropartita nei costi), sono stati più che assorbiti dall’incremento dei costi operativi (-15 milioni di euro, al netto delle componenti che trovano contropartita nei ricavi), dovuto principalmente alla dinamica dei fondi rischi ed oneri, e dai maggiori ammortamenti (-16 milioni di euro) derivanti essenzialmente dall’entrata in esercizio di nuove infrastrutture.

Utile Snam Rete Gas – L’utile netto di 242 milioni di euro si riduce di 32 milioni di euro, pari all’11,7%, rispetto al primo trimestre 2012.

La riduzione è dovuta ai maggiori oneri finanziari netti (-40 milioni di euro) a seguito principalmente del maggior costo medio del debito, attribuibile essenzialmente agli oneri connessi al rifinanziamento del debito, e del maggior indebitamento medio di periodo, i cui effetti sono stati in parte compensati dalle minori imposte sul reddito (+13 milioni di euro) a seguito principalmente della riduzione dell’utile prima delle imposte.

Indebitamento Snam Rete Gas – Il positivo flusso di cassa netto da attività operativa (602 milioni di euro) ha consentito di finanziare interamente i fabbisogni connessi agli investimenti netti di periodo e di ridurre l’indebitamento finanziario netto di 260 milioni di euro rispetto a fine 2012. Al 31 marzo 2013 l’indebitamento finanziario netto si attesta a 12.138 milioni di euro.

Previsioni esercizio 2013 Snam Rete Gas

Le principali linee guida del management prevedono la crescita del business attraverso la realizzazione di nuove importanti infrastrutture gas in Italia e la valutazione di opportunità strategiche di sviluppo in Europa.
Domanda gas – Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, la domanda di gas naturale sul mercato italiano a fine 2013 è prevista in calo rispetto al 2012, principalmente a seguito della riduzione dei consumi nel settore termoelettrico.
Investimenti tecnici – Snam prosegue il proprio impegno per lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto, stoccaggio e distribuzione del gas naturale, attraverso il rilevante programma di investimenti tecnici la cui spesa complessiva prevista per il quadriennio 2013-2016 è pari a circa 6,2 miliardi di euro a livello consolidato.
Efficienza – Snam conferma il proprio impegno nel massimizzare la creazione di valore attraverso l’efficienza sia operativa sia della struttura del capitale.

Argomenti: ,