Trimestrale Seat Pagine Gialle: Ebitda e ricavi a picco. Il titolo crolla a Piazza Affari

Si allarga la voragine di Seat Pagine Gialle: indicatori trimestrali tutti negativi

di Enzo Lecci, pubblicato il

seatNon ci sono sorprese dalla trimestrale di Seat Pagine Gialle. Tutti gli indicatori finanziari e patrimoniali della quotata, infatti, confermano il precario stato di salute del gruppo. Nello specifico i ricavi sono stati pari a 93,2 milioni, in calo del 25,6% rispetto la primo trimestre 2013, l’Ebitda è sceso a 7,0 milioni, in diminuzione del 74,7%, il Free Cash Operativo è stato negativo per 0,2 milioni.

Indebitamento Seat Pagine Gialle ancora in aumento

A concludere un quadro decisamente poco confortante c’è poi il dato relativo all’indebitamento finanziario netto che al 31 marzo 2014 era pari a 1.502,2 milioni, in peggioramento d Euro 42,2 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2013 come già segnalato nei giorni scorsi da Consob nell’ambito della Black List (Black List Consob: è boom indebitamento Seat Pagine Gialle).

Per quanto concerne l’evoluzione prevedibile della gestione, Seat Pagine Gialle per il 2014 ha confermato il focus del management sulla realizzazione delle azioni strategiche per il raggiungimento degli obiettivi alla base del piano e delle proposte di concordato (di seguito il “Piano”), che si basa sui tre pilastri della “Rimessa a regime del motore commerciale”, della “Ricerca di nuove opportunità di crescita” e della “Forte semplificazione” . La società, inoltre, ha ribadito l’implementazione di tutte quelle le azioni per la realizzazione dei cost saving previsti dal Piano per l’esercizio in corso.

Seat Pagine Gialle a Piazza Affari sta cedendo oltre 10 punti percentuali.

 

Argomenti: Borsa Milano, Seat Pagine Gialle, Trimestrali