Trimestrale Saipem: utile in forte calo, confermata la guidance

Trimestrale dal sapore decisamente amaro per Saipem: crolla l'utile ma anche i ricavi e l'Ebitda hanno fatto segnare un calo

di , pubblicato il

saipemEntra nel vivo anche in Italia la stagione delle trimestrali. La prima quotata a rendere noti i conti del primo trimestre è stata Saipem. La quotata ha chiuso i primi 3 mesi dell’anno con un utile netto in flessione del 44,5% a 61 milioni di euro.

Nello stesso periodo dello scorso anno, Saipem aveva messo a segno un utile pari a 110 milioni di euro. Il dato è peggiore delle attese degli analisti. Bloomberg, infatti, aveva raccolto un consensus che fissava l’utile a quota 60,3 milioni di euro. In rosso anche i ricavi Saipem che sono scesi del 4,7% a quota 2,943 miliardi di euro contro i 3,089 miliardi di un anno fa. L’Ebitda Saipem è calato da 380 milioni di euro a 311 milioni di euro (la flessione è stata del 18,2%). Per finire, l’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2014 si è attestato a 5.563 milioni di euro, in aumento di 856 milioni di euro nel confronto con i primi tre mesi del 2013.

Saipem ha confermato la guidance sul 2014. L’anno sembra essersi aperto in modo decisamente positivo sul fronte dei nuovi ordini. Nel corso del primo trimestre del 2014 Saipem ha acquisito nuovi ordini per complessivi 3.949 milioni di euro, decisamente meglio rispetto ai 2.883 milioni di euro di un anno fa.

Dopo la pubblicazione della trimestrale, le azioni Saipem a Piazza Affari hanno nettamente ridotto la tonalità del loro verde passando a un modesto +0,7% comunque migliore rispetto all’andamento attuale dell’Ftse Mib. 

 

Argomenti: , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.