Trimestrale Saipem: rosso nei primi nove mesi ma terzo trimestre è incoraggiante

di , pubblicato il
Si vedono spiragli dalla trimestrale di Saipem soprattutto per quello che riguarda il solo terzo trimestre

Ancora un rosso a colorare i conti trimestrali di Saipem. La quotata attiva nel settore oil ha mandato in archivio i primi nove mesi dell’esercizio 2017 con una perdita ma segnali incoraggianti sono arrivati dal solo terzo trimestre che si è chiuso con un utile pari a 53 milioni di euro.

Più nel dettaglio, la quotata ha mandato in archivio i primi nove mesi dell’anno con ricavi pari a 6,87 miliardi di euro, in flessione del 12,8% rispetto allo stesso periodo di un anno fa e un margine operativo lordo adjusted che si è attestato a 795 milioni di euro, in calo del 20,3% rispetto ai 997 milioni dei primi nove mesi dell’esercizio 2016. Alla luce di questo dato, il risultato operativo adjusted di Saipem si è attestato a quota 400 milioni di euro, in calo del 16,5% rispetto ai 479 milioni dell’anno precedente. Di conseguenza il risultato netto di Saipem riferito ai primi nove mesi ha evidenziato un rosso pari a 57 milioni di euro, in forte flessione rispetto ai quasi 2 miliardi di euro di perdita emersi nei primi 9 mesi del 2016. Il risultato netto adjusted è stato pari a 151 milioni di euro, in calo del 24,5% rispetto ai 200 milioni di euro dello stesso periodo dell’esercizio 2016.

Per quello che riguarda il solo terzo trimestre, il periodo di è chiuso con ricavi pari a 2,28 miliardi di euro, in calo del 12,5% rispetto ai 2,61 miliardi di un anno fa e un margine operativo lordo adjusted che è stato pari a 271 milioni, in contrazione del 17,4% rispetto ai 328 milioni del terzo trimestre 2016. Scendendo nel conto economico, il reddito operativo adjusted di Saipem alla fine del terzo trimestre ha raggiunto i 140 milioni di euro, in calo del 9,7% rispetto ai 155 milioni di un anno fa.

Per finire, il risultato netto della società è stato positivo e si è attestato a 53 milioni di euro, dato che si confronta con il rosso di 1,98 miliardi del terzo trimestre 2016.

Per quello che riguarda gli aggregati patrimoniali, alla fine del mese di settembre l’indebitamento finanziario netto di Saipem era sceso a 1,36 miliardi di euro, rispetto agli 1,45 miliardi di inizio anno. A fine giugno l’indebitamento netto della società, invece, era pari a 1,5 miliardi di euro.

In scia alla pubblicazione dei conti trimestrali, il titolo Saipem a Piazza Affari potrebbe registrare interessanti variazioni di prezzo in apertura di contrattazioni.

Argomenti: , ,