Trimestrale MPS: perdita meglio delle attese, calano margini e raccolta

L'aumento di capitale garantito dai Monti Bond migliora la solidità patrimoniale del gruppo che continua però a produrre perdite

di , pubblicato il

Avvio di 2013 negativo per il Monte dei Paschi di Siena. Come testimonia la trimestrale diffusa questa mattina a mercati ancora chiusi, l’istituto senese chiude il primo quarto dell’anno con una perdita di 100,7 milioni di euro. Il raffronto con l’analogo periodo 2012 è impietoso: allora MPS aveva prodotto un utile di 89 milioni annacquato poi nella perdita Monte dei Paschi 2012 di 3.168,3 milioni di euro.

Il dato comunque è da accogliersi positivamente dal momento che supera le stime di un rosso pari a 154 milioni di euro. Il Margine di Interesse MPS crolla del 32,4% rispetto al primo trimestre 2012 a 597 milioni di euro ma cresce del 37,4% su base trimestrale. Tuttavia con la riclassificazione di alcuni elementi di bilancio non ricorrenti il confronto con l’ultimo quarto 2012  è decisamente meno positivo (-0,5%). Sul fronte patrimoniale la raccolta che al 31 marzo 2013 tocca i 246 miliardi cala sia su base annuale (-9,8%) che su base trimestrale (-1,6%) mentre i coefficienti patrimoniali grazie ai 4 miliardi di Monti Bond sono tutti migliorati rispetto a fine 2012. Il Core Tier 1 Monte dei Paschi si attesta all’11,1%,  il Tier 1 Ratio all’11,8%  e il Total Capital Ratio al 16,3% . 

Argomenti: ,