Trimestrale Intesa Sanpaolo molto robusta: politica dividendi confermata

Raffica di acquisti su Intesa Sanpaolo dopo la pubblicazione dei conti dei primi nove mesi 2018: utile netto oltre le stime

di Enzo Lecci, pubblicato il
Raffica di acquisti su Intesa Sanpaolo dopo la pubblicazione dei conti dei primi nove mesi 2018: utile netto oltre le stime

Trimestrale molto forte per Intesa Sanpaolo. La big del settore bancario ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio 2018 con un forte miglioramento di molti parametri contabili. In particolare i proventi operativi netti di Intesa Sanpaolo alla fine dei primi nove mesi 2018 sono stati pari a 13,68 miliardi di euro, in aumento del 4,3% rispetto ai 13,12 miliardi dei primi nove mesi del 2017. Variazione positiva anche per il risultato della gestione operativa che è ammontato a 6,77 miliardi di euro, in aumento del 13,2% rispetto ai 5,98 miliardi dei primi nove mesi del 2017 con un cost/income ratio nei primi nove mesi del 2018 pari al 50,5%, percentuale che si confronta con il 54,4% dei primi nove mesi del 2017.

Scendendo ancora nel conto economico di Intesa Sanpaolo, il risultato netto consolidato alla fine dei primi nove mesi è stato pari a 3,01 miliardi di euro, valore che si confronta con i 5,89 miliardi di euro nei primi nove mesi del 2017 e con 2,39 miliardi escludendo il contributo pubblico derivante dall’operazione di acquisizione di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Per quello che riguarda lo stato patrimoniale, al 30 settembre 2018 i finanziamenti verso la clientela sono pari a 395 miliardi di euro, in flessione dell’ 1% rispetto al dato del 31 dicembre 2017 mentre tutti i crediti deteriorati (ossia crediti in sofferenza, inadempienze probabili e scaduti/sconfinanti) al 30 settembre 2018 ammontava a  17,82 miliardi di euro, in diminuzione del 20,9% rispetto ai 22,53 miliardi di fine 2017. In quest’ambito, i crediti in sofferenza sono scesi a quota a 7,37 miliardi di euro.

Sul fronte patrimoniale, i coefficienti patrimoniali della banca al 30 settembre 2018 sono stati pari a 13,5% per il Common Equity Tier 1 ratio (dal 13% di fine 2017), al 15,2% per il Tier 1 ratio (dal 14,9% di fine 2017) e al  17,7% per il coefficiente patrimoniale totale.

Il management di Intesa Sanpaolo, nell’ambito dell’approvazione dei conti dei primi nove mesi ha anche confermato la politica dei dividendi per il 2018. La banca dovrebbe quindi distribuire un ammontare di dividendi in contanti corrispondente all’85% del risultato netto.

Positiva la reazione del titolo in borsa. Intesa Sanpaolo, dopo la comunicazione dei conti trimestrali, registra un rialzo dell’1,7% contro un Ftse Mib che sta perdendo lo 0,3%.

Argomenti: col_Rullo, Intesa Sanpaolo, Trimestrali