Trimestrale Fiat Industrial: tengono i ricavi ma si riduce l’utile

Risultati sotto le aspettative che delude gli analisti. Cresce significativamente l'indebitamento

di Carlo Robino, pubblicato il

Fiat Industrial presenta una trimestrale un pò sotto le attese per quanto riguarda utili e ricavi. Vediamo nel dettaglio i risultati:

Ricavi Fiat Industrial – I ricavi del Gruppo sono stati pari a 5.802 milioni di euro (5.837 milioni di euro nel primo trimestre del 2012): l’aumento delle vendite dei business delle Macchine per l’Agricoltura (+0,7%)e Powertrain (+9,1%) hanno compensato il calo dei volumi dei segmenti delle Macchine per le Costruzioni e dei Veicoli Industriali (-3,9%). 

EBITDA Fiat Industrial – L’utile della gestione ordinaria del Gruppo è stato pari a 408 milioni di euro, in calo di 23 milioni di euro rispetto ai 431 milioni di euro del primo trimestre del 2012. Il margine sui ricavi è stato del 7,0% (7,4% nel primo trimestre del 2012): la maggiore redditività del settore agricolo ha solo in parte compensato il calo dei volumi e il minor utilizzo della capacità produttiva nei settori delle macchine per le costruzioni e dei veicoli industriali.

EBIT Fiat Industrial – Il Gruppo ha chiuso il primo trimestre del 2013 con un utile operativo di 369 milioni di euro (431 milioni di euro nel primo trimestre del 2012) che ha risentito del calo di 23 milioni di euro dell’utile della gestione ordinaria, nonché di 39 milioni di euro per altri oneri atipici riferibili allo scioglimento e consolidamento
della precedente joint venture con Barclays nel business dei Servizi Finanziari del Gruppo e a costi vari di ristrutturazione.

Utile Fiat Industrial – L’utile al netto delle componenti atipiche è stato pari a 195 milioni di euro, in diminuzione rispetto ai 202 milioni di euro nello stesso periodo del 2012.

Indebitamento Fiat Industrial – L’indebitamento netto industriale al 31 marzo 2013 è di 2.537 milioni di euro (1.642 milioni di euro al 31 dicembre 2012). L’autofinanziamento derivante dalla gestione operativa ha solo in parte compensato la prevista crescita stagionale del capitale di funzionamento, dati i volumi attuali e attesi, e il livello significativo di investimenti.

Argomenti: Borsa Milano, Cnh Industrial