Trimestrale Diasorin: ricavi stabili, utile -8,6%.

Primo trimestre dell'anno che viene archiviato con margini in calo nonostante la tenuta dei ricavi

di Carlo Robino, pubblicato il

Diasorin presenta la prima trimestrale del 2013 con ricavi stabili e marginalità in flessione. Il gruppo attivo nelle biotecnologie archivia il trimestre con un fatturato che si attesta a 105,8 milioni di euro ovvero lo 0,2% in più (oppure +1,3% a cambi costanti) rispetto all’analogo periodo 2012. L’EBITDA si è attestato a 41,6 milioni di euro in flessione del 5,8% rispetto all’esercizio precedente con un’incidenza sul fatturato pari al 39,3%. Escludendo il business molecolare, definito dal gruppo ancora in fase di start up, il peso dell’EBITDA sul fatturato nel 1° trimestre  2013 si sarebbe attestato al 41,3%. Cala dell’8% l’Ebit che passa da 37,2 milioni a 34,2 milioni di euro. Logico il restringimento dell’utile che passa dai 22,5 milioni dell’esercizio precedente ai 20,5 milioni registrati il 31 marzo scorso ( -8,6%). Positiva la dinamica della posizione finanziaria netta consolidata che al 31 marzo 2013 risulta pari a +72,2 milioni, in miglioramento di 25,0 milioni rispetto al saldo di fine 2012.

Argomenti: Borsa Milano, Diasorin