'Trimestrale CIR, torna l'utile dopo due trimestri rossi - InvestireOggi.it

Trimestrale CIR, torna l’utile dopo due trimestri rossi

di , pubblicato il

Buone notizie per tutti i possessori di azioni CIR. La quotata, che oggi ha presentato la trimestrale, ha chiuso i primi 3 mesi dell’anno con ricavi a quota 1,26 miliardi di euro contro gli 1,25 miliardi messi in cassaforte nello stesso periodo del 2012. In crescita anche l’Ebitda che è passato a 107,2 mln di euro contro i 99,2 mln di euro di un anno fa.

Notizie positive anche per quanto riguarda l’indebitamento finanziario netto di Cir che è passato a 2,41 miliardi di euro (dato al 31 marzo 2013), 92 milioni in meno rispetto al dato di fine 2012. Per finire, in controtendenza l’utile netto che nel primo trimestre 2012 è stato pari a 6,4 milioni di euro, in calo dai 15,2 milioni conseguiti nel primo trimestre del 2012 ma comunque chiaramente al di sopra del risultato negativo incassato negli ultimi 2 trimestri del 2012.

 

Risultati Cir primo trimestre 2013: principali voci dettaglio

Ricavi Cir – I ricavi del gruppo CIR nei primi tre mesi del 2013 sono ammontati a € 1.260,7 milioni, in crescita del 1,3% rispetto a € 1.244,9 milioni nel corrispondente periodo del 2012 grazie soprattutto alle maggiori vendite riportate da Sorgenia e KOS.

 

Ebitda Cir – L’EBITDA è stato pari a € 107,2 milioni (8,5% dei ricavi), in crescita del 8,1% rispetto a € 99,2 milioni (8% dei ricavi) dei primi tre mesi del 2012. Il margine operativo (EBIT) è ammontato a € 53,2 milioni rispetto a € 47,3 milioni di euro nel primo trimestre del 2012 (+12,5%). La crescita dei margini è dovuta prevalentemente al miglioramento dei risultati di Sorgenia e di KOS, che hanno più che compensato la riduzione registrata da Espresso e in misura minore da Sogefi.

 

Utile netto Cir –  L’utile netto del gruppo CIR nel primo trimestre è ammontato a € 6,4 milioni (€ 15,2 milioni nel primo trimestre del 2012), dopo un risultato negativo registrato negli ultimi due trimestri dello scorso anno.

Il calo rispetto al dato del primo trimestre del 2012 è dovuto principalmente alla riduzione del risultato di Espresso, comunque in utile nonostante l’aggravarsi della crisi dell’editoria, e in misura minore di Sogefi.

 

Evoluzione prevedibile della gestione

L’andamento del gruppo CIR nel 2013 sarà influenzato dalla evoluzione del quadro macroeconomico, in particolare dell’economia italiana, caratterizzata da una recessione la cui intensità non è al momento prevedibile. In questo contesto le principali controllate operative del gruppo hanno rafforzato le azioni di efficienza gestionale che si affiancano alle iniziative di sviluppo delle attività.

Argomenti: ,