Trimestrale Azimut: giù ricavi e utili

Aumenta la posizione finanziaria netta e la patrimonializzazione del gruppo. Il presidente Giuliani mostra soddisfazione per l'andamento dell'avvio 2013

di Carlo Robino, pubblicato il

Trimestrale in ribasso per Azimut Holding. La società di gestione patrimoniale ha archiviato i primi tre mesi del 2013 con un calo sia dei ricavi che degli utili. I giro d’affari si è attestato a 112,2 milioni di euro mentre nel primo trimestre 2012 il dato era pari a 136 milioni di euro. Giù quindi anche l’utile che passa da 63 milioni di euro del primo quarto 2012 agli attuali 41 milioni. La Posizione Finanziaria Netta consolidata a fine marzo 2013 risultava positiva per circa 314,5 milioni, in aumento rispetto ai  278,2 milioni a fine dicembre 2012. Il presidente di Azimut Pietro Giuliani esprime soddisfazione per “la buona tenuta dei ricavi in linea con gli ultimi trimestri e una raccolta che ha superato il miliardo di euro nei primi quattro mesi“. Il numero uno ha messo in evidenza l’importanza della crescita del 7% rispetto a fine 2012 del patrimonio totale che a fine aprile si attestava a 20,9 miliardi di euro.

Argomenti: Azimut Holding, Borsa Milano