Trimestrale Atlantia: il disastro del ponte di Genova pesa sull’utile netto

Il CdA di Atlantia ha deciso di non staccare alcun acconto sul dividendo 2019 tradizionalmente pagato a novembre

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il CdA di Atlantia ha deciso di non staccare alcun acconto sul dividendo 2019 tradizionalmente pagato a novembre

Atlantia fa i conti con il disastro del ponte di Genova. Al termine dei primi nove mesi dell’esercizio 2018, infatti, l’utile della società è stato pari a 733 milioni di euro, in riduzione del 15% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Il calo, ha affermato la stessa Atlantia, è stato causato dalla decisione di disporre accantonamenti per “circa 350 milioni di euro quale stima preliminare degli oneri direttamente collegati al crollo di una sezione del Viadotto Polcevera a Genova”. Nel comunicato stampa relativo ai conti trimestrali, Atlantia ha precisato che “le stime sono relative ai costi di demolizione e ripristino del viadotto, con connessi oneri per espropri e indennizzi e contributi a persone ed aziende/attività produttive direttamente colpite dal crollo, nonché ai risarcimenti agli eredi delle vittime e ai feriti”.

Per quello che riguarda invece i ricavi dei primi nove mesi essi sono saliti a quota 3.045 milioni, con un incremento di 54 milioni rispetto a un anno fa. Più nel dettaglio, i ricavi netti da pedaggio sono saliti a quota 2.800 milioni. Sempre da comunicato apprendiamo che “tale incremento è riconducibile principalmente alla crescita del traffico (con un effetto complessivo stimabile in 17 milioni considerando anche l’effetto positivo del mix e all’applicazione degli adeguamenti tariffari annuali a decorrere dal primo gennaio 2018”.

Per quello che riguarda il debito, alla fine di settembre 2018 l’indebitamento finanziario netto di Atlantia era pari a 9,91 miliardi di euro, in aumento di 411 milioni di euro rispetto al saldo 31 dicembre 2017 per effetto essenzialmente dell’acquisto del 15,49% del capitale di Getlink per un importo di 1,06 miliardi di euro.

Molto significativo il fatto che il consiglio di amministrazione di Atlantia abbia deciso di non procedere alla distribuzione dell’acconto sui dividendi per l’esercizio 2018 che abitualmente messo in pagamento nel mese di novembre.

Argomenti: Atlantia, Trimestrali