Trimestrale Amplifon: torna l’utile ma cresce l’indebitamento

Si vede una luce debole in fondo al tunnel della crisi e Amplifon ne approfitta subito

di Enzo Lecci, pubblicato il

trimestrale AmplifonConsiderati i tempi di crisi, la trimestrale che Amplifon ha presentato è certamente da elogiare. Grazie, infatti, all’aumento della fiducia sulla sostenibilità della ripresa economia in Europa e al positivo all’andamento dell’economia in Usa Amplifon ha mandato in archivio il primo trimestre 2014 con ricavi in crescita e con un ritorno dell’utile.

Ricavi Amplifon – I ricavi consolidati al 31 marzo 2014 sono stati pari a 188,3 milioni di euro, in salita del 2,4% a cambi costanti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e in flessione dello 0,5% a cambi correnti. Torna positiva l’Europa (+1,8% a cambi costanti), che registra chiari segnali di ripresa, e si confermano nel periodo i solidi tassi di crescita nel resto dell’area EMEA (la nuova regione creata dopo i mutamenti organizzativi introdotti all’inizio dell’esercizio), che segna un +28,8% a cambi costanti. Continuano gli andamenti positivi dell’area ASIA-PACIFIC (+11,6% in AUD), mentre risulta debole la partenza in AMERICA, a causa delle particolarmente avverse condizioni climatiche registrate nel trimestre (-0,7% in USD).

 

Ebitda Amplifon – In deciso miglioramento la redditività del periodo: l’EBITDA si è attestato a 18,6 milioni di euro, registrando un incremento del 5,0% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Al netto degli oneri non ricorrenti che avevano interessato il periodo di confronto e dell’effetto dei cambi, la crescita del margine lordo è pari all’8,6%.

 

Utile Amplifon – In crescita anche il risultato netto, che ha raggiunto i 10 milioni di euro. Il dato, che si confronta con una perdita di 2,1 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso anno, beneficia, oltre che del miglioramento del risultato operativo, anche della contabilizzazione di un provento fiscale per 10,3 milioni di euro, a seguito del riconoscimento da parte dell’autorità fiscale australiana della possibilità di dedurre fiscalmente gli ammortamenti di alcune attività acquisite nel 2010.

 

Indebitamento Amplifon – Rimane solida la struttura patrimoniale del Gruppo, pronta a supportare i progetti di investimento e di crescita. L’indebitamento finanziario netto, pari a 287,9 milioni di euro, risulta in lieve crescita rispetto ai 275,3 milioni al 31 dicembre 2013 a causa della stagionalità del capitale circolante, ma in miglioramento di 31 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Argomenti: Amplifon, Borsa Milano, Trimestrali