Trimestrale Amplifon: in perdita il primo trimestre 2013

Netto calo dei margini a causa della crisi economica che colpisce l'Europa. Cresce anche il debito

di Carlo Robino, pubblicato il

Il cda di Amplifon si è riunito quest’oggi per approvare la prima trimestrale di quest’anno. La società attiva nella distribuzione di apparecchi acustici ha messo in evidenza nel primo quarto dell’anno un calo dei ricavi in Europa (-6,8%) che ha inciso sensibilmente sulla marginalità del gruppo. L’incremento del 10,6% dei ricavi provenienti da Usa e Canada sono serviti a contenere la perdita e dimostrano l’efficacia della strategia di diversificazione geografica perseguita negli ultimi anni. I Ricavi consolidati nel primo trimestre 2013 si sono attestati a 189,7 milioni di euro, in calo del 3,3% rispetto ai 196,2 milioni fatti registrare nell’analogo periodo dell’anno precedente condizionati dalla già citata flessione del fatturato in Europa. L’EBITDA è calato del 28,2% dai 24,9 milioni del primo trimestre 2012 agli attuali 17,9 milioni, a causa della rigidità della struttura dei costi che non ha saputo fronteggiare la riduzione del fatturato. Ancora più evidente il calo dell’ l’EBIT (-54%) che passa da 13,5 a 6,2 milioni di euro, causando una perdita netta di 2,1 milioni di euro. A seguito della stagionalità del working capital, l’Indebitamento Finanziario Netto cresce di 13,1 milioni di euro a 318,9 milioni. 

Argomenti: Amplifon, Borsa Milano