Trimestrale A2A: ricavi e utile in crescita, scende il debito al 30 settembre

A2A in rialzo dopo la pubblicazione dei conti dei primi nove mesi 2018

di Enzo Lecci, pubblicato il
A2A in rialzo dopo la pubblicazione dei conti dei primi nove mesi 2018

Tante buone indicazioni dai conti trimestrali di A2a. L’utility lombarda ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio 2018 con un aumento dell’utile, dei ricavi e del margine operativo lordo. Nel dettaglio, nei primi nove mesi del 2018 A2a ha messo a segno ricavi pari a 4,52 miliardi di euro, in aumento del 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; un margine operativo lordo che si è attestato a 875 milioni di euro, in linea con gli 876 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente e un utile netto di pertinenza del gruppo di 335 milioni di euro, in aumento del 48% rispetto ai 226 milioni di euro al 30 settembre 2017. Depurando i risultati sia dei 9 mesi 2018 che dei 9 mesi 2017, l’utile ordinario di pertinenza nel periodo è stato pari a 309 milioni di euro, in calo dai 318 milioni di euro al 30 settembre 2017.

Per quello che riguarda il debito, alla fine di settembre la posizione finanziaria netta di A2a evidenziava un debito di 2,88 miliardi di euro dai 3,23 miliardi di fine 2017. Nel corso dello stesso periodo la generazione di cassa netta è stata pari a 304 milioni di euro a cui si aggiungono 75 milioni di euro per variazioni di perimetro e altri 30 milioni di posizione finanziaria netta negativa derivante dal primo consolidamento di ACSM – AGAM.

Il titolo A2a sta segnando un rialzo dell’1,27% contro un Ftse Mib in rialzo dello 0,25%.

Argomenti: A2a, Trimestrali