Trevi sospesa, raffica di acquisti sul titolo

Le banche debitrici avrebbero dato il loro ok al piano di ristrutturazione del debito e di ricapitalizzazione della società

di , pubblicato il
Le banche debitrici avrebbero dato il loro ok al piano di ristrutturazione del debito e di ricapitalizzazione della società

Trevi è stata sospesa dalle contrattazioni per eccesso di rialzo. La quotata, in questo momento, sta segnando una progressione di oltre il 16%. A spingere gli acquisti su Trevi sono le indiscrezioni secondo cui le banche finanziatrici avrebbero dato il loro via libera al piano di ricapitalizzazione e ristrutturazione del debito. Milano Finanza ha ricordato che il piano si poggia su un aumento di capitale da 130 milioni di cui i soci CDP e Polaris Capital Management hanno garantito la sottoscrizione di un’eventuale inoptato fino a 38,7 milioni ciascuno, oltre alla rispettiva quota di spettanza.

In base ai termini dell’accordo i residui 52,6 milioni, in caso di inoptato, verrebbero invece garantiti da un consorzio di garanzia organizzato dalle banche finanziatrici, attraverso l’utilizzo di crediti ai fini della conversione.

Argomenti: