Trevi si aggiudica nuovi contratti per la fornitura di impianti petroliferi

Il valore complessivo dei nuovi contratti che Trevi si è aggiudicata è pari a 135 milioni di dollari

di Enzo Lecci, pubblicato il

Drillmec S.p.A., società del Gruppo TREVI specializzata nella realizzazione di impianti per la perforazione petrolifera e pozzi d’acqua, si è aggiudicata la fornitura di nuovi impianti petroliferi onshore ed offshore del valore di circa 135 milioni di USD da Aker Solutions, IDC Iraqi Drilling Company ed Enel.

 

Per Aker Solution: Drillmec fornirà un nuovo e rivoluzionario impianto con tecnologia idraulica HH-220 (Hydraulic Hoist) che verrà istallato su una piattaforma fissa nel Mare del Nord. Il contratto prevede l’ingegneria, lo studio, lo sviluppo e la realizzazione di un impianto HH Drillmec specificatamente studiato per il miglioramento delle attività di drilling per la perforazione petrolifera offshore in condizioni ambientali difficili. Il design innovativo di questo impianto offshore, particolarmente compatto ed altamente performante, garantirà una rilevante diminuzione dei costi di perforazione mantenendo alti i livelli produttivi previsti.

Inoltre, il modello HH brevettato da Drillmec, incrementerà ulteriormente i livelli di sicurezza in ambito offshore fornendo soluzioni completamente automatizzate con propria tecnologia idraulica. L’impianto è in fase di realizzazione presso lo stabilimento di Piacenza e sarà successivamente sistemato sulla piattaforma nella seconda parte del 2014.

 

Per IDC Iraqi Drilling Company: Drillmec fornirà tre impianti per la perforazione petrolifera. Tale fornitura rientra nel piano strategico avviato, nel corso del 2008, dal Governo Iracheno per incrementare le attività estrattive di greggio e gas al fine di rilanciare l’economia del Paese. Drillmec realizzerà e svilupperà impianti di tipo convenzionale dotati delle migliori soluzioni necessarie per l’estrazione e l’utilizzazione dei giacimenti onshore. Gli impianti, da 2000 e 3000 HP, saranno prodotti e testati presso lo stabilimento di Drillmec S.p.A. a Piacenza, per essere successivamente trasferiti ed istallati nella regione di Dammam in Arabia Saudita, dove saranno impiegati per perforazioni di pozzi petroliferi fino a 6.500 m di profondità, sia in verticale che in orizzontale.

Per Enel: Drillmec fornirà un impianto HH-300 Onshore per la realizzazione di pozzi geotermici in Italia. L’elevata capacità degli impianti Drillmec di perforare alle alte profondità permetterà il raggiungimento degli strati più profondi del terreno dove verranno successivamente inserite le sonde geotermiche ad alta trasmittenza termica necessarie per lo scambio di calore e quindi la generazione di energia.

Argomenti: Borsa Milano, Trevi

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.