Titolo Premafin manipolato: Ligresti dovrà pagare 5 milioni di euro

Pugno duro della Consob che per violazioni del mercato commina maxi multe a Ligresti, Lucchini e De Filippo. Al primo anche una sanzione da 300mila euro per inottemperanza alle disposizioni Consob

di , pubblicato il

La Consob ha deciso di infliggere a Salvatore Ligresti, Niccolo’ Lucchini e Giancarlo de Filippo sanzioni per complessivi 11,3 milioni di euro per aver manipolato artificiosamente al rialzo il prezzo del titolo Premafin nel periodo che va dal novembre 2009 al settembre 2010. Il provvedimento scaturisce dall’indagine compiuta dall’Authority, che ha accertato che il pacchetto del 25% di Premafin risultante intestato a un trust caraibico era in realtà riconducibile a Ligresti.

 Le sanzioni per Salvatore Ligresti sono due, una da 5 milioni per la manipolazione e una da 300 mila per inottemperanza alle disposizioni, mentre gli altri 6 milioni sono distribuiti equamente fra i due suoi fedeli collaboratori. Data la cattiva situazione economica di Premafin, Ligresti aveva interesse a che il prezzo del titolo in Borsa rimanesse sostenuto per scongiurare potenziali scalate. La Consob ha inoltre accertato che Ligresti ha schermato a partire dal 1993 il 24,5% di Premafin in un sistema di trust off-shore per proteggere il proprio patrimonio. Proprio per  quest’ultimo motivo a seguito di numerose richieste di chiarimenti poi disattese la Consob ha multato per 300mila euro l’imprenditore. Sulla scia di questa notizia il titolo Premafin a Piazza Affari cede l’1,22% a 0,178 euro per azione.

Argomenti: ,