Tinexta: i conti del 2018 registrano forte crescita su tutti gli aggregati economici. Proposto dividendo a 0,228€

Tinexta conclude il 2018 con ricavi in aumento del 32,4%, un Ebitda in progresso del 62,3%, Ebit in aumento del 77,7% e un utile netto in salita del 63,8 per cento.

di , pubblicato il
Tinexta conclude il 2018 con ricavi in aumento del 32,4%, un Ebitda in progresso del 62,3%, Ebit in aumento del 77,7% e un utile netto in salita del 63,8 per cento.

Tinexta chiude il 2018 contabilizzando ricavi in crescita del 32,4%, attestatisi a 239,6 milioni rispetto i 181 milioni del 2017. Dal punto di vista delle aree di business  registriamo i seguenti dati:

  • Il fatturato dell’area Digital Trust aumenta del 14,2% a 94,5 milioni, con una crescita organica del 7,7% e un aumento dovuto a variazione di perimetro del 7,5%, connesso al consolidamento integrale di Sixtema, di Camerfirma e di Camerfirma Perù
  • A dispetto di un mercato estremamente competitivo, i ricavi dell’area del Credit Information & Management progrediscono del 5,3% a 73,6 milioni; la crescita organica è pari al 2,3% mentre la variazione di perimetro del 3,0% riguarda il consolidamento di Comas e Webber e di Promozione Servizi, oltre al deconsolidamento da giugno 2018 di Creditreform Assicom Ticino.
  • Il giro d’affari del segmento Innovation & Marketing Services, infine, è più che triplicato a 70,7 milioni, con una crescita organica del 22,1% e uno sviluppo del 196,7% dovuto al consolidamento integrale di Warrant Hub e delle sue controllate.

L’Ebitda consolidato registra un progresso del 62,3% a 66 milioni (40,6 nel precedente esercizio), con un margine sul fatturato in aumento al 27,5% rispetto al 22,4% del 2017. Nello specifico:

  • Il Digital Trust consegue 24,8 milioni di euro, con un incremento su base annua del 17,1% (di cui l’11,1% organico) e un Ebitda margin del 26,3% (25,7% nel 2017).
  • Il segmento Credit Information & Management apporta un risultato di 15,6 milioni, in aumento del 15,7% (10,2% organico), con un Ebitda margin del 21,2% (19,2% nel 2017).
  •  L’Innovation & Marketing Services registra un Ebitda di 33,1 milioni, più che triplicato rispetto al 2017 (crescita organica del 35,5%), con un incidenza sui ricavi del 46,9% (41,7 nel 2017).

L’Ebit consolidato rileva un aumento del 77,7% passando da 27,1 milioni del 2017 a 48,2 milioni, dopo aver detratto ammortamenti e svalutazioni in aumento del 31,6% a 17,8 milioni (13,5 milioni nel precedente periodo di paragone).

L’esercizio si è chiuso infine con un utile netto di 33,1 milioni, in crescita del 63,8% (20,2 milioni nel precedente esercizio), mentre l’utile al netto delle componenti non ricorrenti ammonta a 32 milioni (+74,6%).

L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2018 è di 124,9 milioni, in aumento di 20,5 milioni rispetto a 104,4 milioni di fine 2017.

Dati i suddetti risultati, i vertici della società proporranno all’assemblea degli azionisti (convocata per il 18 aprile) un dividendo di 0,228 euro per azione (+62,9% a/a).

La cedola sarà staccata il 3 Giugno e messa in pagamento il 5 Giugno.

Nel 2019, in seguito all’esercizio delle opzioni Put&Call, Tinexta otterrà il pieno controllo di quasi tutte le società del gruppo, potendo così accelerare il percorso di integrazione e sviluppo sinergico delle varie attività e beneficiano nel medio termine di importanti sinergie di ricavo.

Il management infine conferma gli obiettivi di crescita 2019, con ricavi superiori a 250 milioni ed Ebitda compreso in range tra 68 e 70 milioni.

Argomenti: