Tim: accordo con Gedi per cedere Persidera (240 mln) F2i ed Ei Towers

Siglato accordo vincolante fra TIM e Gedi da un lato e Ei Towers e F2i dall'altro per cedere a quest'ultime le partecipazioni detenute dai primi (di cui il 70% di Tim ed il 30% di Gedi), facendo riferimento ad un Enterprise value di 240 milioni di euro.

di , pubblicato il
Siglato accordo vincolante fra TIM e Gedi da un lato e Ei Towers e F2i dall'altro per cedere a quest'ultime le partecipazioni detenute dai primi (di cui il 70% di Tim ed il 30% di Gedi), facendo riferimento ad un Enterprise value di 240 milioni di euro.

Siglato accordo vincolante fra TIM e Gedi da un lato e Ei Towers e F2i dall’altro per cedere a quest’ultime le partecipazioni detenute dai primi (di cui il 70% di Tim ed il 30% di Gedi), facendo riferimento ad un Enterprise value di 240 milioni di euro.

Il perfezionamento dell’operazione, è soggetto al “lascia passare” delle autorità competenti ed è previsto per il terzo trimestre del 2019.

In tal modo Persidera verrà scissa in due, una parte che rimarrà delle 5 frequenze del digitale terrestre (la quale si configurerà come la nuova Persidera facente capo in toto a F2i), relativi contratti attivi e personale, e la seconda nella quale si riversa l’intera infrastruttura di rete e il relativo personale (che sarà controllata completamente da Ei Towers).

L’operazione era già stata annunciata quando è stato comunicato il piano industriale di Tim lo scorso febbraio, e giustificata in ottica di efficientamento del portafoglio e di focus sulle attivita’ core.  L’effetto sull’indebitamento finanziario netto di Tim è stimato in una riduzione di 160 milioni, importo in cui rientra  il controvalore da incassare al closing per la partecipazione del 70%, i dividendi distribuiti dalla società ed il deconsolidamento del debito Persidera.

A Gedi l’operazione frutterà 74,5 milioni (importo pari all’impatto previsto per la relativa riduzione dell’indebitamento finanziario netto).

Argomenti: ,