TerniEnergia entra nel settore cybersecurity

Forti acquisti su TerniEnergia dopo le ultime novità societarie

di , pubblicato il
Forti acquisti su TerniEnergia dopo le ultime novità societarie

TerniEnergia è entrata nel settore della cybersecurity. Si rafforza, inoltre, l’attività nel settore smart grid con il finanziamento della seconda fase del progetto SmartGen nel Comune di Sanremo.

Softeco Sismat, digital company del Gruppo, è, infatti, il coordinatore del progetto di ricerca “Anastacia” co-finanziato nell’ambito del programma comunitario Horizon 2020, che vedrà impegnato per 36 mesi un consorzio di 14 partner di 7 paesi europei tra cui Thales, Atos, Ericsson e CNR.

Il progetto ha ricevuto con un contributo di circa Euro 4 milioni e prevede costi complessivi superiori a Euro 5,4 milioni.

Il progetto Anastacia si propone di rispondere ai nuovi e inaspettati rischi di vulnerabilità e sicurezza, che non possono essere risolti con le soluzioni di sicurezza attualmente disponibili, attraverso la ricerca, lo sviluppo e la dimostrazione in campo di una soluzione olistica che supporti affidabilità e sicurezza by-design per i Cyber Physical Systems (CPS) basati su IoT and architetture cloud virtualizzate.

E’ stata, inoltre, assegnato a Softeco Sismat il ruolo di capofila per la seconda fase del progetto di ricerca SmartGen, finanziato con circa Euro 1,3 milioni nell’ambito della Ricerca di Sistema Elettrico. Il progetto prevede l’introduzione di tecnologie di accumulo (storage Toshiba) sulla rete di distribuzione della città di Sanremo gestita da Amaie SpA. La prima fase del progetto aveva previsto lo sviluppo di un DMS (Distribution Management System), capace di gestire problemi di ottimizzazione e controllo dei flussi di potenza, la regolazione della tensione, la fornitura di servizi ausiliari dalla generazione con potenziale coinvolgimento del mercato elettrico.

TerniEnergia a Piazza Affari sta segnando una progressione del 2,4%

 

Argomenti: