Tenaris in gran forma: la vittoria di Trump fa bene al titolo

Forti acquisti su Tenaris che potrebbe avere dei buoni motivi per trarre vantaggio della vittoria di Trump

di Enzo Lecci, pubblicato il
Forti acquisti su Tenaris che potrebbe avere dei buoni motivi per trarre vantaggio della vittoria di Trump

Oltre a Recordati e Leonardo Finmeccanica, c’è un terzo titolo che a Piazza Affari sta segnando interessanti variazioni di prezzo in scia alla vittoria di Trump alle elezioni americane: Tenaris. La quotata attiva nel settore oil si sta avvicinando al giro di boa delle 13,30 con una progressione del 2,56% contro un Ftse Mib in ribasso del 2,4% (Investire in azioni con vittoria Trump: quattro titoli volano in Borsa).

Gli acquisti su Tenaris non sono casuali ma sono il frutto della convinzione del mercato che l’affermazione di Trump possa portare vantaggi alla quotata. Il neo-presidente degli Stati Uniti, in più di una circostanza nel corso della campagna elettorale, aveva rivendicato la sua preferenza per una politica economica autarchica finalizzata a dare agli Stati Uniti una maggiore autonomia anche per la produzione di petrolio.

Secondo alcune voci di corridoio, le intenzioni di Trump in ambito economico potrebbero tradursi in benefici per i produttori di shale oil americano e per gli operatori come Tenaris che sono attivi in Usa.

Argomenti: Tenaris