Tenaris a picco in borsa, Paolo Rocca sotto accusa in Argentina per corruzione

Dietro il crollo di Tenaris c'è l'inchiesta su presente tangenti in Argentina

di Enzo Lecci, pubblicato il
Dietro il crollo di Tenaris c'è l'inchiesta su presente tangenti in Argentina

Tenaris viene travolta dallo scandalo corruzione in Argentina. La quotata, dopo circa un’ora dall’avvio degli scambi, sta segnando un ribasso del 6,73% dopo essere arrivata ad accumulare un rosso del 9%. La raffica di vendite, come noto, è scattata subito dopo la diffusione della notizia sull’incriminazione in Argentina del ceo e presidente Paolo Rocca. Rocca è coinvolto in un’inchiesta riguardante i pagamenti effettuati dal gruppo Techint nel 2008 a un funzionario del Governo argentino. Si tratta del cosiddetto “caso Notebooks” che è relativo alle presunte tangenti pagate dalla società per ottenere contratti dal governo della ex presidente Cristina Fernandez Kirchner.

Il presidente e Ceo di Tenaris, Paolo Rocca, su disposizione del magistrato non può lasciare il Paese in attesa degli sviluppi giudiziari. Il consiglio di amministrazione di Tenaris ha comunque confermato il pieno supporto al suo presidente e amministratore delegato.

Argomenti: Tenaris