Telecom, Telefonica presenta la cassa per scalare Telco

di , pubblicato il

Telecom TelefonicaGrandi manovre dietro a Telecom Italia. Il futuro del colosso tlc deve essere ancora decifrato ma in questi giorni sono sempre più insistenti le voci relativo all’ingresso di partner industriale e allo scioglimento del patto Telco. Su questo ultimo punto i primi azionisti della holding che controlla il 22,4% di Telecom, gli spagnoli di Telefonica, ieri hanno messo a segno un’operazione che ha suscitato l’interesse del mercato. Telefonica Europe Bv, controllata del colosso spagnolo, ha infatti collocato un bond ibrido da 625 milioni di euro. L’operazione e’ stata seguita da un pool di banche composto da Morgan Stanley (structuring advisor), Bbva, Bnp Paribas, Citigroup, Hsbc, Morgan Stanley, Societe’ Generale Cib, Ubs Investment Bank e Unicredit (joint bookrunner).

Il bond Telefonica prevede due ordini di tranche, una con opzione call dopo 5 anni di vita e una dopo 8 anni di vita con un rendimento inizialmente atteso attorno al 6,75% per la prima tranche e attorno a 7,875% per la seconda.

Molti hanno letto la mossa di Telefonica come una normale operazione di rifinanziamento del debito, ma l’entità dell’obbligazione ha rafforzato  l’ipotesi che in realtà i mezzi raccolti dagli spagnoli possano servire per tentare la scalata a Telco e quindi al controllo di Telecom Italia.  Telefonica in questi giorni non ha fatto mistero di voler entrare nella partita Telecom ma l’operazione è complessa da molti punti di vista, tanto che oggi anche gli analisti di Ubs hanno frenato sull’ipotesi (Fusione Telecom Italia Telefonica, Ubs resta scettica: “vendete Telecom”). Oltre ai problemi che una fusione Telecom Italia – Telefonica porterebbe sul mercato brasiliano dove entrambi i gruppi operano, è la lunga lista dei possibili partner industriali Telecom che scoraggia le possibilità per gli spagnoli.

 

TELECOM TELEFONICA, LEGGI COSA NE PENSA IL MERCATO – Telecom Italia, Telefonica fa la corte a Telco ma il mercato non gradisce

 

Franco Bernabè potrebbe riallacciare i contatti con i cinesi di H3G o con Naguib Sawiris, ma anche Vodafone, che possiede liquidità record dopo la maxi operazione con Verizon, potrebbe consolidare la sua presenza sul mercato italiano entrando in telecom. Da non sottovalutare neanche le ipotesi rappresentate dai colossi At&t e America Movil di Carlos Slim dopo che quest’estate si è scatenato un vero e proprio risiko nel settore tlc europeo. Partita complessa quella su Telecom ed in ogni caso se ne saprà di più il prossimo 3 ottobre in occasione del cda inserito in agenda.

 

COME POSIZIONARSI SU TELECOM: 

Telecom Italia: Deutsche Bank conferma Rating e Target

Telecom Italia: Bernstein alza il Target Price, rating inalterato 

Telecom Italia: Societè Generale abbassa il Rating a Hold, target price inalterato

Argomenti: , ,