Telecom Italia: ok assemblea al piano di azionariato per i dipendenti 2013

L'assemblea degli azionisti di Telecom Italia ha approvato il bilancio 2012

di Enzo Lecci, pubblicato il

L’assemblea degli azionisti di Telecom Italia, riunitasi oggi, ha dato il suo via libera al piano di azionariato per i dipendenti 2013, al bilancio 2012 (e alle proposte del cda sul dividendo 2013), alla prima sezione della relazione sulla remunerazione e all’integrazione del collegio sindacale per il biennio 2013-2014. Di seguito il dettaglio del comunicato stampa del colosso delle tlc.

 

In sede ordinaria l’Assemblea:

  • ha approvato il bilancio dell’esercizio 2012 , deliberando l’integrale copertura della perdita risultante essenzialmente dalla svalutazione operata sull’avviamento mediante l’utilizzo di riserve e utili portati a nuovo; ha altresì approvato la distribuzione di un dividendo in ragione di 2,0 centesimi di euro per azione ordinaria e 3,1 centesimi di euro per azione di risparmio, mediante l’utilizzo di parte dell’utile 2010 portato a nuovo. Il dividendo verrà messo in pagamento a partire dal 25 aprile 2013 (record date 24 aprile 2013), con stacco cedola in data 22 aprile 2013 (Dividendo Telecom 2013 a 2 cent, rosso da 2 mld nel 2012)
  • ha approvato la prima sezione della Relazione sulla remunerazione che illustra, con riferimento all’esercizio 2013, la politica della Società in materia di remunerazione dei componenti gli organi di amministrazione e dei dirigenti con responsabilità strategiche e le procedure utilizzate per la sua adozione e attuazione;
  • ha approvato l’integrazione del Collegio Sindacale, in carica fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2014, confermando la nomina a Sindaco Effettivo del Dottor Roberto Capone (subentrato alla dimissionaria Professoressa Sabrina Bruno) e nominando il Dottor Fabrizio Riccardo Di Giusto quale Sindaco Supplente.

 

In sede straordinaria l’Assemblea:

  • ha approvato un piano di azionariato rivolto ai dipendenti consistente nell’offerta di sottoscrizione di massimo n. 54.000.000 di azioni ordinarie a sconto (10% rispetto al prezzo di mercato) e comunque non al di sotto del valore nominale. Ai sottoscrittori che avranno conservato le azioni per un anno, subordinatamente al mantenimento della qualifica di dipendenti, sarà assegnata gratuitamente un’azione ordinaria ogni tre azioni sottoscritte a pagamento; ha altresì attribuito al Consiglio di Amministrazione le deleghe per l’aumento di capitale a servizio del piano per un importo complessivo di euro 39.600.000, in parte a pagamento e in parte a titolo gratuito mediante assegnazione di utili o riserve di utili.

 

Argomenti: Borsa Milano, Telecom Italia