Telecom Italia maglia nera: “fondamentali insostenibili” per Ubs

di , pubblicato il

telecom italia 3Si interrompe improvvisamente il rally di Telecom Italia a Piazza Affari. Dopo il +18% ricavato nelle precedenti cinque sedute sulla scia del risiko nel settore tlc, il titolo oggi si sgonfia sulle pesanti valutazioni degli analisti di Ubs. La casa d’affari svizzera ha inserito Telecom Italia  nella sua European Key Call List come “high conviction sell” vista la “mancanza di sostegno dei fondamenti e il profilo di rischio elevato” del titolo. Sul primo punto, Ubs, nel report diffuso stamane, è molto netta e definisce “insostenibili” i fondamentali della società. Nello specifico vengono citati il rapporto debito/equity a 80:20, l’attesa crescita nel 2013 a 3.02 da 2.91 del multiplo debito/ebitda e un andamento medio di -8% del cash flow operativo nel periodo 2012-15. A preoccupare il carattere strutturale della contrazione degli utili – il 95% del cash flow operativo proviene dalla divisione domestica del gruppo – oltre che la bassa visibilità sui possibili driver di Telecom Italia. Su questo quadro il titolo del colosso tlc indossa la maglia nera con un -3,84% a 0,539 euro per azione.

Argomenti: ,