Telecom in ribasso: approvati 3.000 esuberi

L'accordo con i sindacati prevede la maggior parte delle uscite tramite contratti di solidarietà. La divisione customer care rimarrà dentro Telecom

di Carlo Robino, pubblicato il

Trovato nella notte l’accordo fra Telecom Italia e sindacati sul contenimento dei costi del gigante tlc. L’intesa prevede circa 3.000 esuberi, con 2.500 uscite da attuare tramite contratti di solidarietà. I restanti 500 lavoratori lasceranno la società per andare in pensione avendo maturato i requisiti necessari. In più 322 esuberi all’interno di Telecom Information Technology  saranno gestiti sempre attraverso i contratti di solidarietà e ulteriori 22 andranno in pensione. L’azienda e i sindacati, nell’accordo che hanno raggiunto questa mattina dopo la trattativa notturna, prevedono nei prossimi anni una forte “internalizzazione” del lavoro in modo da stabilizzare i livelli di occupazione. Negli accordi è stata evitata la l’esternalizzazione della divisione customer care.  L’azienda si è impegnata a non vendere nè societarizzare la divisione fino al 2014. Su questo quadro il titolo Telecom Italia cede a Piazza Affari l’1,16% a 0,556 euro per azione.

Argomenti: Borsa Milano, Telecom Italia