STM: ricavi ed utili in calo nel secondo trimestre 2019

di , pubblicato il
STMicroelectronics archivia il secondo trimestre 2019 con ricavi ed utili in calo, del 4,2% e rispettivamente di ben il 38,7%.

STMicroelectronics archivia il secondo trimestre 2019 con ricavi ed utili in calo, del 4,2% e rispettivamente di ben il 38,7%.

Conto economico secondo trimestre 2019

I ricavi del secondo trimestre 2019 sono diminuiti del 4,2% a 2,17 miliardi di dollari, in confronto ai 2,27 miliardi di dollari conseguiti nel pari periodo di un anno fa; il dato è anche migliore delle stime di bloomberg che indicavano un fatturato per circa 2,11 miliardi. In confronto al primo trimestre 2019 i ricavi sono aumentati del 4,7%, oltre le attese del 2,4% indicate dal management alla diffusione della prima trimestrale dell’anno in corso.

Il peso del margine lordo sui ricavi si è attestato al 38,2%, rispetto al 40,2% del secondo trimestre del 2018 e al 39,4% del primo trimestre dell’anno. Il management si attendeva invece una marginalità  pari al 38,5%; lo stesso ha però precisato che il margine lordo del secondo trimestre include 80 punti base di oneri da sottoutilizzo della reale capacità produttiva.

L’ultima riga di conto economico indica infine un utile in flessione del 38,7% a 160 milioni di dollari, rispetto ai 261 milioni di euro conseguiti nello stesso periodo del precedente esercizio.

Situazione patrimoniale e finanziaria

A fine giugno 2019 la posizione finanziaria presenta una liquidità netta di 308 milioni di dollari, rispetto ai 510 milioni di inizio aprile.

Sempre a fine giugno il patrimonio netto risulta pari a 6,58 miliardi di dollari.

Infine le attività operative dell’azienda hanno prodotto un cash flow di 324 milioni di dollari, mentre gli investimenti sono stati pari a 372 milioni.

Outlook

Per quanto riguarda le attese sul terzo trimestre, la società si aspetta una crescita dei ricavi di circa il 15,3% su base sequenziale (ossia da trimestre a trimestre).  Il margine lordo dovrebbe attestarsi intorno al 37,5% come valore intermedio, includendo circa 140 punti base di oneri da sottoutilizzo della capacità produttiva”.

Per l’intero 2019, la società si attende ricavi netti in una fascia tra circa 9,35 e 9,65 miliardi di dollari e conferma un piano di investimento per un valore compreso fra 1,1 e 1,2 miliardi di dollari.

Argomenti: , ,