Semestrale Amplifon: crolla l’utile del 68,5%

di , pubblicato il
A incidere sulla marginalità gli oneri di ristrutturazione e il rimborso dell'Eurobond da 275 milioni di euro

Il consiglio di amministrazione di Amplifon ha approvato la relazione semestrale al 30 giugno 2013. I ricavi sono passati a 409,2 milioni di euro dai 407,4 dell’analogo semestre 2012 grazie ai buoni risultati nell’ultimo trimestre in Europa (+3,7%) ed in particolare sul mercato italiano (+12%). Si conferma sempre sostenuta la crescita in Nord America (+9,4%) e area Asia-Pacifico (+5,8%). Flette invece la marginalità con l’Ebitda Amplifon che si è attestato a 55,3 milioni (-11,2% rispetto al 2012). Il dato è stato influenzato da un cambio legislativo in Olanda e da oneri non ricorrenti dovuti a costi di ristrutturazione (1,9 milioni di euro) e  interessi passivi (6,8 milioni) sul rimborso anticipato dell’Eurobond da 275 milioni di euro. Quest’ultimo aspetto ha inciso significativamente sull’utile Amplifon che rispetto al secondo semestre 2012 ha subito una flessione del 68,5% rispetto (da 13,6 milioni a 4,3 milioni). Sul fronte patrimoniale l’indebitamento finanziario netto si è attestato a 313,2 milioni in crescita rispetto ai 305,8 milioni del 31 dicembre 2012.

Argomenti: ,