Sell off su Tenaris: PM argentino chiede arresto preventivo di Paolo Rocca

Tenaris nella bufera dopo la richiesta di arresto preventivo contro Paolo Rocca

di Enzo Lecci, pubblicato il
Tenaris nella bufera dopo la richiesta di arresto preventivo contro Paolo Rocca

Forti vendite su Tenaris in apertura di contrattazioni. La quotata sta segnando un ribasso dell’1,4%. Le forti vendite che stanno colpendo Tenaris sono da mettere in relazione con la notizia secondo cui autorità argentine hanno chiesto l’arresto preventivo di tutti gli indagati, compreso il presidente e amministratore delegato di Tenaris, Paolo Rocca, nell’ambito delle indagini sul caso di corruzione. Un una nota di stampa Tenaris ha precisato che “la richiesta dei pubblici ministeri dell’Argentina non costituisce un ordine e non ha alcun effetto immediato”.

Rocca è coinvolto nel cosiddetto “caso Notebooks” relativo alle presunte tangenti pagate dalla società per ottenere contratti dal governo della ex presidente Cristina Fernandez Kirchner (Tenaris a picco in borsa, Paolo Rocca sotto accusa in Argentina per corruzione).

Argomenti: Tenaris