Seat Pagine Gialle, tutti gli errori di una società allo sbaraglio

La colpa più grave dei vertici di Seat Pagine Gialle è stata quella di non aver capito che internet avrebbe cambiato il mondo. Non avevano il tempo per farlo

di Enzo Lecci, pubblicato il

Con alcuni anni di consapevole ritardo la grande stampa ha deciso di fare un bilancio sulla gestione del debito di Seat Pagine Gialle scoprendo così che quello che da tempo affermavano siti come il nostro InvestireOggi non era catastrofismo ma la pura e semplice verità.

Il Sole24Ore di oggi a Seat Pagine Gialle ha dedicato un lungo articolo dal taglio storico e dalla prospettiva decisamente critica. Secondo il quotidiano di Confindustria dal 2008 ad oggi, quella che un tempo era la stella di Piazza Affari è stata mandata a picco da una serie di mosse che il giornale definisce come “estremamente costose e poco lungimiranti“. Indirettamente quindi il celebre quotidiano economico riconosce che la colpa per questa ennesima e tragica storia italiana è tutta da addossare ai vertici che si sono succeduti in questi anni. Sono stati i vertici, come ha affermato lo stesso attuale presidente del cda Guido De Vivo, a dare il via libera a quell’inutile e costosa operazione di ristrutturazione costata 70 milioni di euro (di cui 40 andati agli advisor e 30 in gettoni di consenso agli obbligazionisti). E sono sempre stati i vertici (anzi i nuovi vertici rappresentati dalla gestione Majocchi) a dare il loro assenso all’acquisizione inutile e costosa della tedesca Wlw (pagata 155 mln di euro e poi ceduta 365 giorni dopo per 48 mln di euro. Sempre i vertici conclude il quotidiano economico hanno deciso nel 2009  di emettere nel 2009 un bond subordinato da 750 milioni di euro per rimborsare i creditori bancari.

E mentre tutti i vertici che si sono succeduti in questi anni pensavano a compiere queste manovre, nei piani alti di Seat Pagine Gialle nessuno si accorto che una piccola novità di nome internet avrebbe rivoluzionato il segmento di mercato in cui opera la stessa società. Seat Pagine Gialle a Piazza Affari sta guadagnando il 4,76% dopo il brusco calo di ieri (Seat Pagine Gialle in profondo rosso, impegno società non basta). 

 

 

Argomenti: Borsa Milano, Seat Pagine Gialle