Seat Pagine Gialle: il fallimento è inevitabile

Lo hanno dichiarato i legali rappresentati dei piccoli azionisti davanti al Tribunale di Torino. Attesa la sentenza sull'accoglimento della procedura di concordato preventivo

di , pubblicato il

Prosegue la battaglia dei piccoli azionisti Seat Pagine Gialle per vedere accolte le loro ragioni. I legali rappresentati Nicola e Ugo Scuro hanno inviato alla sezione fallimentare del tribunale civile di Torino un atto stragiudiziale nell’ambito della richiesta di concordato preventivo della società editoriale.  “La dichiarazione di fallimento della societa’ – si legge nell’atto – appare inevitabile per le condizioni di dissesto” causate dalle “operazioni straordinarie e dalla gestione.

Il procedimento concorsuale dovra’ provvedere alla ricostituzione del patrimonio sociale […] promuovendo le piu’ idonee iniziative giudiziarie“. I piccoli azionisti chiedono in particolare l’approfondimento delle operazioni compiute in passato che avrebbero portato alla dissipazione del capitale di Seat Pagine Gialle. Nell’atto, notificato anche alla Banca d’Italia, i soci di minoranza vedono comunque un futuro per la società infatti propongono di concordare “le iniziative giudiziarie piu’ idonee nella prospettiva del ristoro dei danni e dell’effettiva ripresa dell’attivita’ aziendale“. 

Argomenti: ,