Seat Pagine Gialle: boom di acquisti, società “non è morta”

Seat Pagine Gialle acquisisce Glamoo. Vincenzo Santelia è fiducioso sul futuro

di Enzo Lecci, pubblicato il

Seduta molto interessante per Seat Pagine Gialle che a Piazza Affari, dopo la continua altalena della scorsa settimana, sta ora mettendo in cassaforte il 10%. La pioggia di acquisti su Seat (risultano essere passati di mano oltre 705 milioni di pezzi a fronte di una media di 1,6 miliardi in un’intera seduta dell’ultimo mese) non è solamente il frutto di movimenti tecnici ma anche la conseguenza delle parole dell’ad Vincenzo Santelia.

Il numero uno di Seat, in un’intervista rilasciata a La Stampa, ha affermato che Seat Pagine Gialle non può essere ritenuta “morta”.  Santelia, rivendicando la richiesta di concordato preventivo, ha affermato che la sua società ha “fatto ricorso alla procedura prevista dal decreto sviluppo. E’ una procedura innovativa per l’Italia, che ‘congela’ i debiti e lascia l’azienda ‘in bonis’. Adesso abbiamo 120 giorni di tempo per presentare un piano al tribunale, che potra’ comprendere anche operazioni straordinarie, oltre a una proposta di concordato ai creditori”. 

Riferendosi poi alle prospettive per il futuro, l’ad di Seat ha comunicato che la riorganizzazione completa del lavoro, con la cancellazione della separazione tra “business unit web e carta” è già in pieno sviluppo. Un segnale dei nuovi tempi, ha concluso Santelia, è l’acquisizione di Glamoo, sito specializzato in offerte commerciali per i consumatori.

 

Argomenti: Borsa Milano, Seat Pagine Gialle