Scalata Mediaset: altolà indiretto dell’Agcom a Vivendi

di , pubblicato il
Mediaset in ribasso a Piazza Affari mentre sull'offensiva di Vivendi interviene anche l'Agcom

Sullo scontro tra Mediaset e Vivendi è scesa in campo l’Agcom. L’autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha diramato una nota in cui si afferma che “operazioni volte a concentrare il controllo di Mediaset e di Telecom Italia potrebbero essere vietate“, alla luce di quanto stabilito dal Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi e Radiofonici di materia di divieto di superamento dei tetti di controllo. In particolare l’Agcom ha fatto riferimento alle normative che prevedono che “le imprese di comunicazioni elettroniche che detengono nel mercato italiano una quota superiore al 40%, non possono acquisire ricavi superiori al 10% del Sistema Integrato delle Comunicazioni, c.d. SIC (TV, radio, editoria). Telecom Italia (di cui Vivendi è azionista di maggioranza con il 24,68%) detiene il 44,7% della quota nel mercato prevalente delle telecomunicazioni, mentre Mediaset “raggiunge nel 2015 una quota del 13,3% del SIC“.

L’avvertimento dell’Agcom si inserisce in una fase molto delicata dei rapporti tra Mediaset e Vivendi (Mediaset, tempo di realizzi. Vivendi impone la sua “legge”, i Berlusconi sono stizziti).

Il titolo del Biscione intanto sta segnando a Piazza Affari una flessione dell’1,34% contro un Ftse Mib in rialzo dello 0,44%.

Argomenti: ,