Salvataggio MPS: offerta Atlante 2 formalizzata, aumento capitale precauzionale non lontano

Stando agli ultimi aggiornamenti sul salvataggio di Monte dei Paschi, l'ingresso dello Stato nel capitale di Mps potrebbe avvenire entro la fine di luglio

di , pubblicato il
Stando agli ultimi aggiornamenti sul salvataggio di Monte dei Paschi, l'ingresso dello Stato nel capitale di Mps potrebbe avvenire entro la fine di luglio

L’aumento di capitale precauzionale di Monte dei Paschi, uno dei perni del piano di salvataggio di Mps, non dovrebbe essere lontano. In questi ultimi giorni di giugno, infatti, si sta componendo il difficile puzzle che dovrebbe poi portare al salvataggio delle banca toscana e al ritorno del titolo Monte dei Paschi alle contrattazioni sulla Borsa di Milano.

Novità di oggi è che il Fondo Atlante 2 avrebbe formalizzato quella che è la propria proposta per rilevare i crediti non performanti di Mps. A dare notizia di questo aggiornamento è Il Sole 24 Ore che parla anche di cifre. Secondo il quotidiano di Confindustria, i 26 miliardi di sofferenze della banca toscana saranno trasferiti al 20,5% del proprio valore originario.

Il passo in avanti sul salvataggio di Monte dei Paschi non è importante solo in termini stretti ma anche in relazione a quelle che possono essere le sue possibili conseguenze. Sempre secondo Il Sole 24 Ore, la presentazione della proposta da parte di Atlante 2, permetterà adesso ai vertici di Monte dei Paschi di approvare la versione definitiva del piano industriale. Questa proposta sarà quindi inviata a Bruxeless per il via libera definitivo da parte dell’Europa. Considerando le tempistiche, Il Sole 24 Ore ipotizza che l’ok della Dg Comp alla ricapitalizzazione della banca per 8,3 miliardi possa arrivare tra la fine della settimana prossima e l’inizio di quella successiva. Se così fosse, l’ingresso dello Stato nel capitale di Monte dei Paschi avverrebbe entro la fine di luglio.

Argomenti: , ,