Salvataggio Astaldi: c’è manifestazione di interesse preliminare da Salini Impregilo

Salini Impregilo esce allo scoperto su Astaldi ma il cantiere è ancora tutto da aprire

di Enzo Lecci, pubblicato il
Salini Impregilo esce allo scoperto su Astaldi ma il cantiere è ancora tutto da aprire

Per Astaldi si apre la prima concreta possibilità di salvataggio. Secondo alcune indiscrezioni di stampa riportate da Milano Finanza, il colosso italiano delle costruzioni Salini Impregilo avrebbe presentato ad Astaldi e ai commissari incaricati dal tribunale “una manifestazione d’interesse preliminare e non vincolante che riguarda le attività collegate al settore costruzioni”. Dietro alle solite parole troppo tecniche traspare un fatto abbastanza chiaro: il general contractor guidato da Pietro Salini si è fatto avanti ufficialmente per il salvataggio della disastrata Astaldi. Le modalità di intervento di Salini Impregilo a favore di Astaldi non sarebbero ancora chiare e potrebbero continuare a non essere chiaro almeno fino a quando non sarà Astaldi a mettere nero su bianco quelle che sono le sue intenzioni per uscire dalla crisi. Non è un caso se Milano Finanza ha ricordato che “la stessa Astaldi deve ancora presentare il piano per il salvataggio ai giudici e alle banche”. Il quotidiano economico, allargando la sua analisi, ha poi posto l’attenzione su un altro tema cruciale per la crisi Astaldi: quello relativo al prestito ponte da circa 150 milioni di euro che Astaldi starebbe tentando di ottenere, tramite un mandato a Rothschild, da alcuni fondi anche esteri.

Nel breve termine, comunque, le recenti mosse di Salini Impregilo potrebbero avere un impatto sul titolo Astaldi in avvio di seduta.

Argomenti: Astaldi, col_Rullo