Saipem, prova di forza in borsa: quotazione passa in positivo

di , pubblicato il
Dopo un avvio in calo, le azioni Saipem sono ben comprate dagli investitori

Saipem, dopo un’apertura di contrattazioni tinta di rosso ha cambiato ritmo e, in questo momento, sta segnando un rialzo del 2,15% facendo meglio di un Ftse Mib che invece registra una progressione dell’1,6%. Questa mattina Saipem ha pubblicato i conti 2017 e annunciato che non verrà distribuito alcun dividendo.

Saipem ha segnato nel 2017 ricavi per 9 miliardi di euro, in flessione del 9,8% rispetto ai 9,98 miliardi ottenuti l’anno precedente e un margine operativo lordo che si è ridotto da 1,27 miliardi a 964 milioni di euro (-23,9%). La flessione del Mol è attribuibile all’Offshore Drilling, principalmente a causa dei minori impegni contrattuali della flotta, all’E&C Offshore per la riduzione di volumi, e all’E&C Onshore che ha scontato nel quarto trimestre 2017 effetti negativi causati dall’arbitrato LPG in Algeria. Scendendo nel conto economico, il risultato finale adjusted si è ridotto a 46 milioni di euro, rispetto ai 226 milioni contabilizzati nel 2016. Per quello che riguarda questa voce, ad impattare è stata contrazione del risultato operativo, nonché un aumento degli oneri finanziari e del tax rate. Per quello che riguarda il debito, a fine 2017 l’indebitamento netto si era ridotto a circa 1,3 miliardi di euro, rispetto agli 1,45 miliardi di inizio anno; la riduzione è dovuta principalmente al flusso di cassa dell’esercizio (570 milioni di euro) che ha più che compensato gli investimenti del periodo (262 milioni di euro).

Per quello che riguarda l’outlook 2018, Saipem parla di scenario di mercato con segnali di ripresa ancora deboli. Il management, quindi, prevede di chiudere l’esercizio in corso con ricavi pari a circa 8 miliardi e una marginalità adjusted superiore al 10%.

Argomenti: