Saipem, il ritorno del verde passa dal South Stream

di , pubblicato il

saipemDopo le pesanti seduta incassate la scorsa settimana in scia alle dichiarazioni molto fredde dell’ad Vergine su contratti e andamento dell’anno in corso, Saipem sembra essere tornata sul verde con gli investitori alla ricerca di motivi per puntare sulla quotata. Se la scorsa settimana per far prendere aria a Saipem erano bastate delle indiscrezioni sulla presentazione di un’offerta per la demolizione della Costa Concordia, oggi a fare da traino è più semplicemente il ritorno sui giornali della questione South Stream, la maxicondotta di gas che dovrebbe avvicinare ancora di più la Russia all’Europa.

Nel fine settimana il commissario europeo all’Energia Gunther Oettinger ha avuto un incontro con il suo omologo russo Alexander Novak per discutere dell’infrastruttura. Il commissario Ue ha anche annunciato che sarà assegnato un mandato politico alla Commissione Ue dai Paesi europei che hanno siglato un accordo sul gasdotto (Austria, Bulgaria, Grecia, Slovenia, Ungheria, Croazia e Serbia).

 

Saipem South Stream, per la quotata italiana sarebbe un’ottima occasione

Nonostante di concreto non ci sia nulla (ma passi reali in avanti potrebbero arrivare dal prossimo summit Ue-Russia), il mercato ritiene che dal South Stream possano arrivare cospicue commesse a Saipem. Intanto la quotata a Piazza Affari sta segnando una progressione dell’1,79% contro un Ftse Mib che avanza dello 0,16% nonostante la pesantezza delle banche popolari. 

Argomenti: ,