Sabaf: nel Q1 2019 cala la redditività e l’utile netto

Sabaf archivia il primo trimestre 2019 con fatturato in calo a 37,6 mln (-2,3%). Tale contrazione si è riversata sul calo dell'Ebitda e dell'Ebit rispettivamente a 6,6 mln (-14,3%) e 3,3 mln (-26,4%); utile netto a 2,1 mln (-36,9%)

di , pubblicato il
Sabaf archivia il primo trimestre 2019 con fatturato in calo a 37,6 mln (-2,3%). Tale contrazione si è riversata sul calo dell'Ebitda e dell'Ebit rispettivamente a 6,6 mln (-14,3%) e 3,3 mln (-26,4%); utile netto a 2,1 mln (-36,9%)

Nel periodo gennaio-marzo 2019 i ricavi del Gruppo Sabaf sono stati pari a 37,6 milioni di euro,
in contrazione del 2,3% rispetto ai 38,5 milioni di euro del primo trimestre del 2018 (-8,2% a parità di area di consolidamento).

La contrazione è stata causata dal fatto che  la crescita delle vendite nel continente americano (sia in Nord America che in sud America, con rispettivo aumento a + 12% e +5% nei confronti del primo trimestre 2018) non è riuscita a compensare totalmente la flessione del mercato mediorientale (dove le vendite sono state inferiori per 2,3 milioni di euro), a seguito delle note ragioni politico-economiche.

I suddetti effetti si sono riversati sulla gestione operativa, dove l’EBITDA del periodo è stato di 6,6 milioni di euro (17,6% dei ricavi), in calo del 14,3% rispetto ai 7,7 milioni di euro (20,1% delle fatturato) del primo trimestre 2018.

Il reddito operativo (EBIT) è risultato in calo del 26,4% a 3,3 milioni di euro (corrispondente all’8,9% del giro d’affari), rispetto ai 4,6 milioni di euro del pari periodo del 2018 (11,8% del fatturato).

Il trimestre in esame si chiude con un utile netto in contrazione di ben il 36,9% di 2,1 milioni di euro,  rispetto ai 3,4 milioni di euro del primo trimestre 2018.

Gli investimenti del trimestre sono stati pari a 1,6 milioni di euro, confrontati ai 3 milioni di euro del primo trimestre 2018 e agli 11,5 milioni di euro dell’esercizio 2018.

Circa le attese la società segnala che, in base ai risultati del primo trimestre e all’attuale visibilità sull’andamento della gestione, il Gruppo prevede per il 2019 un incremento delle vendite e una tenuta della redditività operativa, nonostante le difficili condizioni di alcuni mercati. Nel dettaglio: vendite in un range compreso tra i 155 e i 160 milioni di euro (corrispondenti a un incremento compreso tra il 3% e il 6% rispetto ai 150,6 milioni di euro del 2018); redditività operativa lorda (EBITDA %) in linea o in leggera flessione rispetto al 19,9% del 2018, anche a causa di azioni avviate dal management per il contenimento dei costi operativi. Tali ipotesi considerano uno scenario macroeconomico non influenzato da eventi imprevedibili.

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.