Risarcimento azionisti Veneto Banca: adesione azione Codacons entro il 18 novembre

di , pubblicato il
Il prossimo 24 novembre si terrà l'udienza preliminare nel processo contro gli ex vertici di Veneto Banca che sono stati rinviati a giudizio

La Codacons ha reso noto che il prossimo 18 novembre scadrà il termine per aderire all’azione risarcitoria organizzata per i risparmiatori di Veneto Banca danneggiati dal crollo dei titoli della banca veneta. L’azione è stata preparata in vista dell’udienza preliminare del 24 novembre. La Codacons ha precisato che tutti gli azionisti Veneto Banca possono costituirsi in giudizio per recuperare i propri soldi e ottenere il risarcimento del danno causato dalla perdita di valore del proprio pacchetto azionario oltre al risarcimento del danno morale per 10.000 euro. Per aderire al procedimento con il legali del Codacons, puoi iscriverti aal costo di 650 euro. Questa somma, ha specificato la stessa associazione, comprende l’iscrizione all’Associazione, la redazione dell’atto di costituzione di parte civile e la partecipazione al processo penale fino alla sentenza di primo grado, con la presentazione di memorie, la formulazione di istanze, la partecipazione alle udienze, l’escussione di testimoni e tutto ciò che l’attività processuale richiederà durante il processo per difendere i diritti degli aderenti ed ottenere il risarcimento del danno.

Qualora, al termine del processo, dovesse essere riconosciuto il risarcimento, l’aderente dovrà corrispondere il 10% di quanto effettivamente riconosciuto per l’attività svolta dal Codacons e dai suoi legali, mentre qualora l’aderente non dovesse ottenere alcun risarcimento, non dovrà versare alcuna somma ulteriore.

Ricordiamo che la procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio di 11 tra gli ex vertici dell’istituto bancario, che dallo scorso 25 giugno è in liquidazione coatta amministrativa per decreto governativo. I reato contestati sono ostacolo all’esercizio delle funzioni dell”autorità pubbliche di vigilanza, in relazione alle presunte irregolarità di gestione compiute in varie operazioni avvenute tra gli anni 2010-2014 ed aggiotaggio.

Argomenti:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.