Risanamento: c’è l’accordo con Milanosesto sull’area ex Falck

Definite le controversie relative al contratto di compravendita dell'area ex Falck

di , pubblicato il

Risanamento S.p.A. comunica che insieme alla controllata Immobiliare Cascina Rubina s.r.l. in data 22 febbraio 2014 ha raggiunto un accordo con Milanosesto S.p.A. a definizione delle controversie sorte in relazione al contratto di compravendita dell’area c.d. ex-Falck stipulato nell’ottobre 2010.

In particolare, nell’ambito delle intese raggiunte con Milanosesto – che prevedono l’abbandono a spese compensate sia del procedimento arbitrale promosso da Immobiliare Cascina Rubina e Risanamento nell’ottobre 2012 sia del procedimento per sequestro conservativo promosso da Milanosesto con ricorso notificato in data 6 febbraio 2014:

  • Milanosesto, nell’ambito dell’accordo, ha riconosciuto a Immobiliare Cascina Rubina il saldo prezzo della compravendita dell’area c.
    d. ex-Falck, pari a Euro 60.000.000,00 +IVA;
  • Immobiliare Cascina Rubina, sulla base di quanto rappresentato da Milanosesto in merito al significativo incremento, rispetto a quelli originariamente stimati, dei costi di bonifica dell’area c.d. ex-Falck, ha incrementato il proprio concorso a tali costi di bonifica (originariamente previsto sino a un massimo di Euro 40.000.000,00 oltre IVA) sino alla concorrenza dell’importo di Euro 80.000.00080.000.000,00 oltre IVA, da compensare con il debito sub (i);
  • la porzione del contributo ai costi di bonifica che non sarà oggetto di compensazione tra le parti verrà corrisposta da ICR in via dilazionata sino al 30 settembre 2018, senza interessi e con garanzia di Risanamento.
Argomenti: ,