Retelit: semestrale positiva, bene ricavi e Ebitda

Il Consiglio di Amministrazione di Retelit, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza del Dott. Dario Pardi, ha esaminato e approvato la Relazione Semestrale al 30 giugno 2016

di , pubblicato il
Il Consiglio di Amministrazione di Retelit, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza del Dott. Dario Pardi, ha esaminato e approvato la Relazione Semestrale al 30 giugno 2016

Semestrale imbottita di variazioni positive per Retelit. Praticamente tutti gli indicatori economico finanziari hanno registrato ottime progressioni. Sono così cresciuti i ricavi ma anche l’Ebitda e l’utile. Nel dettaglio, i ricavi hanno registrato un +24,8% a 24,6 milioni rispetto a 19,7 milioni del primo semestre 2015.  L’Ebitda Margin è aumentato del 49,3% a 7,1 milioni contro i 4,8 milioni del primo semestre 2015. L’Ebit è stato positivo a 1,0 milione contro il dato negativo per 1,1 milioni del primo semestre 2015.

Stesso andamento per l’utile che si è attestato a 1,3 milioni rispetto a negativi 0,5 milioni del primo semestre 2015. Per finire, la posizione finanziaria netta è stata positiva per 3,9 milioni rispetto ad una PFN positiva per 11,5 milioni al 31 dicembre 2015.

Il presidente di Retelit Dario Pardi ha commentato: “I risultati consolidati del primo semestre del 2016 sono in deciso miglioramento rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente e risultano migliori anche rispetto al Piano Industriale 2016-2020. La buona performance conferma la capacità del management sia di consolidare che di migliorare il proprio posizionamento nel mercato Wholesale. Il Gruppo sta consistentemente perseguendo con successo le attività operative previste dal Piano Industriale che vedono lo sviluppo del business attraverso una continua crescita dei servizi di telecomunicazione nel mercato Wholesale e una sua espansione geografica attraverso l’investimento del cavo sottomarino AAE-1 unitamente ad una forte integrazione dell’offerta di servizi di Data Center e Cloud, dei servizi di connettività e dei servizi a valore aggiunto (VAS) destinati ad aziende private e alle pubbliche amministrazioni (Business). Per il secondo semestre prevediamo ulteriori azioni strategiche atte allo sviluppo del portafoglio di offerta dei servizi a valore aggiunto e della penetrazione nel mercato delle aziende con sede principale situata nelle adiacenze della rete del Gruppo”.

Argomenti: ,