Retelit: crescita a doppia cifra degli indicatori economici nel Q1 del 2019

Retelit saluta i primi 3 mesi del 2019 con ricavi consolidati, Ebitda, ed utile netto in crescita a doppia cifra, rispettivamente a 17 mln (+14,2%), 7 mln (+28%) e 1,3 mln (+160%)

di , pubblicato il
Retelit saluta i primi 3 mesi del 2019 con ricavi consolidati, Ebitda, ed utile netto in crescita a doppia cifra, rispettivamente a 17 mln (+14,2%), 7 mln (+28%) e 1,3 mln (+160%)

Retelit saluta i primi 3 mesi del 2019 con ricavi consolidati pari a 17,0 milioni, in progresso del 14,2% rispetto ai 14,9 milioni del primo trimestre 2018. Si rileva un aumento del 14% dei servizi di telecomunicazione pari a 14,2 milioni (vs. 2,5 milioni nel pari periodo del 2018), i ricavi su concessioni diritti d’uso e manutenzione di rete passano a 1,6 milioni (dai 2,0 milioni del Q1 del 2018) e i ricavi per cessione infrastruttura risultano pari a 1 milione di euro.

L’Ebitda generato nel periodo in esame è stato pari a 6,7 milioni (beneficiando di un impatto positivo pari a 1,5 milioni di € causato dall’adozione dell’IFRS), in progresso di ben il  28% rispetto ai 5,2 milioni dello stesso periodo del 2018 ; l’Ebitda Margin passa quindi da 35% al 39,3%.

L’Ebit ammonta a €1,5 milioni, risultato in linea al primo trimestre del 2018; sul dato ha influito positivamente la adozione del principio IFRS 16 per complessivi 0,2 milioni.

Il periodo si chiude con utile netto pari a €1,3 milioni, più che raddoppiato rispetto ai 0,5 milioni del primo trimestre del 2018; l’IFRS 16 ha influito positivamente per 0,2 milioni.

La posizione finanziaria netta presenta un saldo positivo di 4,8 milioni rispetto ai 12,7 milioni del 31 dicembre 2018. La diminuzione è stata causata soprattutto dall’assorbimento di liquidità generato nel trimestre dalla “variazione netta delle attività correnti e passività correnti”, che ha avuto un impatto negativo di 9,0 milioni di Euro. Tale effetto è temporaneo e non rappresentativo della normale operatività del Gruppo.

Le disponibilità liquide e attività correnti del Gruppo risultano pari a 35,4 milioni, rispetto a 47,4 milioni di fine dicembre 2018.

Il patrimonio netto di gruppo passa da 167,4 milioni al 31 dicembre 2018 ai 168,7 milioni del 31 marzo 2019.

Sempre al 31 marzo 2019, gli investimenti complessivi ammontano a 5,6 milioni di cui 5,4 milioni in infrastruttura e 0,2 milioni in relazione all’Area Strategica AAE-1.

Il Presidente di Retelit, Dario Pardi, ha commentato: “Prosegue la crescita di Retelit che continua a registrare, trimestre dopo trimestre, numeri in miglioramento nei principali indici economico-finanziari. Siamo in particolare soddisfatti dei ricavi in crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un posizionamento da realtà consolidata che ci consente ormai di svolgere un ruolo sempre più attivo nel settore delle TLC.

Voglio infine sottolineare che siamo parallelamente al lavoro per porre le basi per la crescita futura, mettendo in campo tutte le opzioni possibili per consentirci un’ulteriore evoluzione aziendale e di business. Va in questa direzione la recente decisione di procedere con l’analisi e valutazione del progetto di separazione dell’attività in due Società controllate da Retelit, una dedicata alla gestione dell’infrastruttura in fibra e una al ramo dei servizi a valore aggiunto per la clientela. L’obiettivo per il futuro è infatti di dotare la società di tutti i mezzi possibili per accrescere la capacità commerciale, lo sviluppo dei servizi e di gestire al meglio l’infrastruttura, una delle più complete e importanti per l’Italia”.

Argomenti: