Recordati: cambia l’azionista di controllo, accordo FIMEI – CVC Capital Partners

Dopo il closing dell'operazione dovrà essere lanciata un'offerta pubblica di acquisto totalitaria rivolta agli azionisti di minoranza di Recordati

di Enzo Lecci, pubblicato il
Dopo il closing dell'operazione dovrà essere lanciata un'offerta pubblica di acquisto totalitaria rivolta agli azionisti di minoranza di Recordati

La notizia tanto attesa dal mercato è arrivata lo scorso venerdì a borsa chiusa. Gli azionisti FIMEI, detentori del 51,8% delle azioni Recordati, hanno reso noto che è stato raggiunto un accordo per cedere la partecipazione a un consorzio di fondi di investimento controllato da CVC Capital Partners. In basi ai termini dell’accordo il corrispettivo dell’azione è pari a circa 3 miliardi di euro, valore che implica un prezzo di 28 euro per ciascuna azione della società farmaceutica. Il corrispettivo pattuito tra le parti verrà pagato per circa 2,3 miliardi al closing dell’operazione e per 750 milioni in strumenti finanziari di debito subordinati di lungo termine. Il closing dell’operazione è subordinato all’ottenimento da parte degli Investitori delle necessarie autorizzazioni da parte delle autorità antitrust nelle giurisdizioni coinvolte. La regolamentazione in vigore prevede che dopo il closing gli investitori debbano lanciare un’offerta pubblica di acquisto totalitaria rivolta a tutti gli azionisti di minoranza di Recordati.

Argomenti: Recordati