Progetto Italia: raggiunta prima intesa sulla governance fra CDP e Salini

A detta de Il Sole 24 Ore vi sarebbero sviluppi positivi circa il Progetto Italia, in particolare sulla futura compagine di governance che dovrebbe rispettare sia la volontà di Salini che di Cassa Depositi e Prestiti.

di , pubblicato il
A detta de Il Sole 24 Ore vi sarebbero sviluppi positivi circa il Progetto Italia, in particolare sulla futura compagine di governance che dovrebbe rispettare sia la volontà di Salini che di Cassa Depositi e Prestiti.

A detta de Il Sole 24 Ore vi sarebbero sviluppi positivi circa il Progetto Italia, ossia il tentativo di costruire un maxi polo per il consolidamento del settore del costruzioni, al fine di recuperare e manutenere le grandi opere in Italia, nonché salvare imprese in difficoltà ( Astaldi, Condotte, Trevi, Grandi Lavori Fincosit, CMC ecc).

Secondo il quotidiano sarebbero stati fatti importanti passi avanti circa un primo consenso sulla futura compagine di governance del maxi polo. Nel dettaglio “a Salini Impregilo continuerà a fare capo la nomina dell’amministratore delegato e del general manager, mentre Cdp potrà esprimere il presidente. Candidato, quest’ultimo, che dovrà però emergere da una lista alternativa rispetto a quella dell’azionista di maggioranza (Salini) e che la Cassa dovrà presentare in assemblea per sottoporla al voto del mercato”.

Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.