Prelios in rosso, il 2014 l’anno del riscatto?

Sergio Iasi, ad del gruppo immobiliare, vede nell'anno prossimo un ritorno all'utile operativo. Intanto Prelios Sgr chiude un accordo con Ubs Global Asset Management

di Carlo Robino, pubblicato il

Prelios si avvia a chiudere le contrattazioni a Piazza Affari con un ribasso dello 0,87% a 0,7430 euro per azione. Intanto il futuro della società guidata Sergio Iasi sarà basata unicamente sui servizi. Lo ha dichiarato il top manager nell’ambito dell’ EIRE (Expo Italia Real Estate) 2013. Intanto la controllata Prelios Sgr e Ubs Global Asset Management hanno raggiunto una partnership commerciale per lo sviluppo e la distribuzione di un fondo immobiliare dedicato a investitori istituzionali italiani qualificati, che investirà in quote di fondi immobiliari esteri (multi-manager fund). Il fondo investirà nelle zone in cui Prelios non opera direttamente, ovvero il Far East e sugli Stati Uniti. Il core business dell’ex Pirelli RE invece sarà ben focalizzato in Europa, in particolare Germania e Paesi dell’Est. Sergio Iasi ha parlato del 2013 come di un anno ancora di transizione, mentre il 2014 dovrebbe regalare un ritorno al utile operativo. 

Argomenti: Borsa Milano, Prelios