Poste Italiane resiste al caos pacchi (70mila plichi bloccati alla SDA di Carpiano)

di , pubblicato il
Poste Italiane continua a recuperare nonostante il caos allo stabilimento di Carpiano della SDA non sia ancora rientrato

Poco movimento sulle azioni Poste Italiane questa mattina. La quotata gialla sta segnando una progressione dello 0,16% con il prezzo delle azioni a quota 6,24 euro. Il timido rialzo di oggi permette alla quotata di allungare il trend positivo emerso dopo lo scivolone dello scorso mercoledì quando il prezzo delle azioni Poste Italiane era caduto fino a 6,14 euro.

Alla luce dell’andamento odierno del titolo si può affermare che la quotazione Poste Italiane non stia subendo grandi contraccolpi dal cosiddetto caos pacchi che sta interessando il corriere Sda, società che si occupa di distribuzione e logistica di Poste italiane.

Da due settimane, infatti, allo stabilimento di Carpiano della Sda ci sono 70 mila pacchi fermi. Il caos è stato provocato dalla protesta indetta dal sindacato Si Cobas per il nuovo contratto delle oltre 300 unità lavorative che prestano servizio nel complesso lombardo. La protesta sta avendo ripercussioni in tutta Italia. All’origine dello sciopero selvaggio c’è la gara indetta da Sda per sostituire lo storico fornitore, il consorzio Cpl con Ucsa. Sda ha motivato la scelta alla luce delle difficoltà della Cpl a pagare gli stipendi in prossimità della scadenza contrattuale del 16 settembre.

Argomenti: ,