Poste Italiane: nessuna fusione in vista per Del Fante

Restano sempre molto forti gli acquisti su Poste Italiane dopo la presentazione del piano strategico al 2022

di , pubblicato il
Restano sempre molto forti gli acquisti su Poste Italiane dopo la presentazione del piano strategico al 2022

Nel corso del Capital Markets Day in svolgimento a Milano, l’amministratore delegato di Poste Italiane Matteo Del Fante ha affermato che all’orizzonte non c’è alcuna operazione di fusione e acquisizione per Poste Italiane. “Sull’M&A non è prevista nessuna operazione.

Si tratta di un piano di crescita organica” ha rimarcato l’ad nel suo intervento. Sempre Del Fante, riferendosi alle novità presenti nel piano strategico 2022 relativamente alla politica sui dividendi ha affermato che “la politica dei dividendi è un cambiamento importante, il più importante per gli investitori. Con una prospettiva di crescita del 5% all’anno fino al 2020 sulla base del dividendo 2017 pari a 42 centesimi di euro”. In relazione alla possibile concorrenza di Amazon, Del Fante ha affermato che “la concorrenza di Amazon per noi è considerata un’opportunità, nel senso che stiamo lavorando in maniera crescente in termini di volumi con Amazon, che non è l’unico operatore nel mondo e-commerce con il quale collaboriamo.

Intanto proprio i contenuti del piano strategico al 2022 stanno spingendo in alto il titolo Poste Italiane. La quotata gialla, infatti, è in progressione del 2,9% contro un Ftse Mib praticamente immobile (Poste Italiane: piano strategico 2022 infiamma la Borsa di Milano.

Argomenti:

I commenti sono chiusi.